Perché, il Coaching è efficace?

Per parlare dell’efficacia del coaching, mi sono ispirato a un interessante articolo (1)) del collega Willem Jan Hofmans e ho definito la mia lista “SACRA”, con le dimensioni dell’efficacia del coaching: Soddisfazione - quanto il cliente e/o lo sponsor hanno gradito, si sono trovati a loro agio durante tutto il percorso; Apprendimento - quali modelli,

Un traguardo per pochi

La strada per diventare coach professionista è percorribile da tutti, e il solo percorrerla ti cambia la vita, ti rende più consapevole ed efficace, ma al traguardo arrivano solo quelli che hanno saputo/ voluto ben prepararsi e perseverare nella pratica. Ecco come. DIVENTARE UN COACH NATURALE I funghi o i corbezzoli nascono in modo

Grande persona, grande Coach

Non basta avere un figlio per diventare dei bravi genitori. Sappiamo che c’è una predisposizione naturale all’apprendimento del ruolo genitoriale ma, se alcune cose sono istintive, altre si apprendono con lo studio e molte con l’esperienza. Questo accade anche nel coaching, dove per un tipo di competenze aiuta una certa predisposizione naturale, parliamo di

Un vero coach di successo…

Un bravo coach, normalmente, evita i luoghi comuni e stimola i propri clienti a ragionamenti che vadano oltre, ma a volte troviamo la parola coach accanto al nome di chi dei luoghi comuni si fa forte e li usa per i suoi scopi. Un esempio può essere John Red, sedicente coach e consulente che

Pane e Coaching

Ogni coach che si rispetti sa quanto sia importante individuare un potenziale conflitto d’interessi nello svolgimento della propria professione e quando un coach soffre di questa fame il conflitto d’interessi è dietro l’angolo, mentre lavora con i suoi clienti e ancor più mentre li sta cercando. Qualche mese fa ho incontrato un amico, collega,